Studi di settore…

20 06 2007

Cerco di parlare il meno possibile di politica in questo blog, anche perché mi rendo conto di avere idee che a volte necessitano di una spiegazione, per non essere prese male e interpretate peggio…
Però questa polemica sugli studi di settore mi fa profondamente ridere, e anche molto incavolare…

In sostanza, e detto molto terra terra, se tu hai un’attività in proprio devi rispondere a questa specie di questionario, dichiarando praticamente tutto, dai consumi elettrici etc., e alla fine ottenere un risultato che è il tuo guadagno da quell’attività.
Questo risultato lo compari con quello che il governo ha previsto sia equo per il tuo tipo di attività.
Se dichiari di meno, e quindi dici che non è vero che quell’attività ti fa guadagnare quanto il governo pensa, scattano i controlli.

Cosa c’è che non va?
I guadagni previsti dal governo sono troppo alti…
E quindi? Partiranno i controlli se io ho dichiarato di meno, e quindi controlleranno quello che vogliono ma io tanto sono in regola…
Oppure no?
Ah, ecco il vero problema…

C’è uno strumento che ci permette di scovare gli evasori fiscali, personaggi che obbligano la gente onesta a pagare più tasse per coprire le loro evasioni, e non va bene, anzi, dovremmo adeguarlo affinchè scopra meno evasori…

Questo paese a volte penso si stia cercando di autodistruggere in tutti i modi…
E quando sento dire “si ma tu non capisci, in Italia rubano tutti, chi può ruba, con una legge del genere colpisci il piccolo commerciante che non fa lo scontrino…”
Posso anche capire, ma perchè il commerciante (che è secondo quel ragionamento un povero diavolo come me) non fa lo scontrino e io devo dichiarare fino all’ultimo centesimo di euro perché fatturo anche l’aria che respiro?

Annunci




G8 act now!!!

7 06 2007

Sono in molti a chiedere al G8 di iniziare seriamente ad attivarsi contro il global warming e i conseguenti cambiamenti climatici…

Greenpeace @ G8
Non potevano mancare gli attivisti di Greenpeace, che in 24, con 11 gommoni, hanno tentato di raggiungere la spiaggia di Helingendam, per fare pressione sui potenti del mondo li riuniti.
3 attivisti sono rimasti feriti e due gommini tamponati.

Ricordiamoci che i paesi del G8 sono responsabili dell’80% delle emissioni storiche di gas serra, e producono attualmente il 40% di Co2.

Consideriamo anche che la Merkel, Prodi, e Barroso considerano questo tipo di accordo raggiunto
il testo stabilisce che la nuova cornice per la lotta al cambiamento climatico, il dopo Protocollo di Kyoto, dovra’ essere definita entro il 2009 e dovra’ essere assunta sotto l’ombrello Onu
un grande successo…

Purtroppo il mondo non può più aspettare ora, figuriamoci nel 2009…
Ma fate pure con calma…





Il Vaticano e la pedofilia

17 05 2007

Di questi giorni la notizia del video del documentario della BBC Sex Crimes and Vatican sugli atti di pedofilia commessi da preti cattolici, che risulta tra i più visti di Google Video.

Crimen Sollicitationis

In Italia tutti dovremmo guardare questo video, viste le pretese che il Vaticano ha sulla nostra società, sui nostri politici, e visti gli enormi privilegi di cui gode, e gli enormi patrimoni che grazie a questi riesce a gestire.

Dire che questo video sia scioccante è riduttivo, è assolutamente pazzesco anche solo pensare che certe cose possano accadere, e sarebbe utile che tutti, in Italia, laici e cattolici, riflettessimo sulla questione, invece di organizzare il Family Day e sbandierare ai 4 venti valori che non esistono nemmeno per i preti e per il Vaticano stesso.
Io ho avuto modo di parlarne in diversi forum, in discussioni partite molto pesantemente (con frasi molto pesanti) che poi fortunatamente sono rientrate nei binari del dialogo civile; credo che prima di tutti i fedeli praticanti, quelli che frequentano le parrocchie e gli oratori, dovrebbero battersi affinché questa video venga non solo mostrato ai fedeli, ma perché la parrocchia stessa diventi portatrice di messaggi che non siano l’omertà consigliata dal Vaticano, ma che tendano il più possibile ad evitare che certi atti del tutto inumani accadano, e ad evitare che si possa mantenere questo stato di mafia e ingiustizia all’interno di un’istituzione che, per la miseria, dovrebbe parlare in nome di Dio.
E’ importante che sia un cattolico praticante a parlare, perché un ateo o un laico o un agnostico che dice cose del genere viene subito liquidato come l’infedele che vuole solo parlar male del Vaticano della Chiesa e dei valori…

Mi scuso per eventuali sfoghi magari inopportuni su un blog, ma vedere certe cose, sentirle raccontare magari proprio da un prete pedofilo con tutta la tranquillità possibile, davvero mi fa perdere qualsiasi filtro tra cervello dita e tastiera…

In Italia, come al solito, se ne sono occupate solo le Iene, con questo servizio in cui c’era una finta madre che fingeva di denunciare a diversi preti gli abusi sessuali subiti dal figlio ad opera di un altro prete (via Matteo Moro) .

Guarda il video su GoogleVideo.
(Mi spiace non poter embeddare i video di Google ma purtroppo la versione base di wordpress il codice non lo prende)





Il Green Kit dei Verdi

15 05 2007

Il mio interesse per l’ambiente, l’ecologia e per tutto ciò che intorno a questi argomenti ruota è noto, ed è molto radicato. Cerco sempre di avere comportamenti che siano ecocompatibili e che possano aiutare a risparmiare risorse importanti, insomma, cerco di fare la mia piccolissima parte.

Laddove mi è possibile cerco anche di fare qualcosa di concreto ad un livello più ampio, cercando di far conoscere i problemi legati all’ambiente (ad esempio con una pagina nel mio blog), oppure offrendo il mio aiuto ad iniziative importanti (in ultimo un aiuto nella traduzione del sito http://www.greenmyapple.org/it ).

Green Kit VerdiTutto questo come premessa per spiegare come sia stato automatico per me, una volta capitata sul sito dei Verdi, richiedere l’invio gratuito di questo Green Kit (clicca sull’immagine per richiederlo se sei interessato), pubblicizzato come una serie di guide ed informazioni utili per una vita più ecologica.
La busta arriva presto, e il contenuto è quello della foto che ho postato dal mio Nokia, vale a dire:
– un poster promozionale;
– 4 strisce con slogan ecologici tratti da celebri frasi di opere classiche riadattate per far comprendere gli effetti a lungo termine dei cambiamenti climatici in atto (esempio: nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva steppa oscura… Dante);
– 2 adesivi;
– 1 cartolina;
– 3 fascicoletti intitolati: Belli pannelli (solari), Bella dieta, Belli freschi.

Niente da dire sugli slogan e sulla promozione del partito, in fondo è chiaro ed è anche un prezzo accettabile da pagare, mi spiego.
Mi va benissimo che si sfrutti l’ambiente e i suoi problemi come argomento elettorale, a patto che comunque si agisca e si cerchi di fare il possibile per migliorare la situazione.

Però i 3 fascicoletti (non faccio commenti sull’idea di riprendere lo slogan di Dj Francesco ‘bella di padella’ e tutti i modi di dire che cominciano con ‘bella’) , il cuore secondo me del green kit, sono veramente scarni. Ognuno è composto da due paginette di informazioni su come rinfrescarsi d’estate, su come installare pannelli solari, e su come risparmiare co2.

Sicuramente per sensibilizzare gli italiani, che non sono molto informati su questi argomenti, anche una sola informazione data è importante, ma va considerato che questo green kit si riceve solo su richiesta, di conseguenza mi pare che se una persona arriva al punto da richiederne l’invio, sicuramente sa che è meglio usare il ventilatore piuttosto che il climatizzatore.

Io mi sarei aspettata, visto che comunque lo scopo di promozione del partito c’è ed è ben visibile, una più attenta analisi dei fenomeni, con delle proposte concrete su come risolverli anche a livello legislativo.

Troppi numeri in questi fascicoli, troppe informazioni banali (del tipo ‘isola bene la tua casa’), e poche, anzi, nessuna proposta concreta. L’unico fascicoletto che forse potrebbe realmente essere utile è quello sui pannelli solari, che, nonostante la brevità, da comunque informazioni utili e chiare a chi volesse dotarsi di questi dispositivi.

Concludendo non posso che dare un voto piuttosto basso all’iniziativa, un 5/10, con un consiglio ai Verdi: ma mandare il green kit a tutti i cittadini senza che lo si debba richiedere? Io una mail a Pecoraro Scanio la mando…





Attenzione al Family Day! Disinformazione in agguato

10 05 2007

Si, sarà una bufala perchè la maggior parte della gente che ci andrà e dichiara con orgoglio la propria partecipazione NON HA CAPITO IL MOTIVO DELLA MANIFESTAZIONE.

Non si va al family day per far vedere quanto è bella la propria famiglia fondata sul matrimonio, o per manifestare a tutela dei diritti delle famiglie…
ATTENZIONE!!!!!

E’ UNA MANIFESTAZIONE DI PROTESTA CONTRO LA PROPOSTA DI LEGGE SUI DICO!
Quindi se volete manifestare solo a favore della famiglia e vi recate al family day, sappiate che LA VOSTRA PARTECIPAZIONE RISCHIA DI ESSERE ENORMEMENTE STRUMENTALIZZATA!

Ripeto, si protesta contro i dico, non a favore della famiglia
Anche perchè essere a favore della famiglia tradizionale e difenderne i valori e promuoverne la tutela, niente ha a che vedere con l’essere per forza contrari al riconoscimento dei diritti civili di chi magari ha opinioni diverse!

INFORMATEVI PRIMA DI ANDARE AL FAMILY DAY!

Questa manifestazione, e il modo in cui i media ne parlano, è un esempio lampante di come utilizzare ‘le masse’ per scopi politici senza che le masse ne siano minimamente consapevoli…





Un po’ di riflessioni alla française…

7 05 2007

Ero tra quelli che pensavano di importare Ségolène Royal in Italia
Dai cugini francesi ha perso, e nettamente anche, io continuo a sostenere che sia 100 volte meglio dei leader della nostra sinistra (nonostante il carattere un po’ rigido, sicuramente meno piacione di Sarko…).
Sarkozy Presidente
Poi succede, come ampiamente preventivato già dal primo turno, che Sarkozy vince, che le prime parole che dice sono li, chiare, a far capire che la Francia ritroverà il suo orgoglio, e a dire che si ritornerà ad essere amica degli Americani…
A sto punto mi immagino la felicità dei francesi che non lo hanno votato…
Ma da uno che in campagna elettorale Bush lo va proprio a trovare…

A Place de la Concorde si vedono scene che da noi solo al Circo Massimo se vinciamo i mondiali o se Roma o Lazio vincono lo scudetto
Mai visto in Italia un entusiasmo simile per la politica…

Poi succede questo, gli anarchici dichiarano la guerra civile, chiamiamoli anarchici, non credo si possa racchiudere in un solo termine la gente che ieri sera si è recata alla Bastiglia e ha iniziato a scontrarsi con la polizia in tenuta antisommossa…

In Francia oggi c’è un 53% che forse si è svegliato felice, ma c’è una nazione che, nonostante abbia un nuovo presidente, ha ancora i medesimi problemi…
Insomma, c’è poco da invidiarli?
Non si sa ancora, il 16 maggio ci sarà il passaggio formale di consegne tra Chirac e Sarkozy, ma già da oggi sentiremo le dichiarazioni di Sarkozy, e sentiremo cosa dirà a chi non si fida di lui a tal punto da dichiarare la guerra civile…





Beppe Grillo al Cda Telecom

16 04 2007

L'intervento di Beppe durante l'assemblea di Telecom Italia

DA VEDERE