G8 act now!!!

7 06 2007

Sono in molti a chiedere al G8 di iniziare seriamente ad attivarsi contro il global warming e i conseguenti cambiamenti climatici…

Greenpeace @ G8
Non potevano mancare gli attivisti di Greenpeace, che in 24, con 11 gommoni, hanno tentato di raggiungere la spiaggia di Helingendam, per fare pressione sui potenti del mondo li riuniti.
3 attivisti sono rimasti feriti e due gommini tamponati.

Ricordiamoci che i paesi del G8 sono responsabili dell’80% delle emissioni storiche di gas serra, e producono attualmente il 40% di Co2.

Consideriamo anche che la Merkel, Prodi, e Barroso considerano questo tipo di accordo raggiunto
il testo stabilisce che la nuova cornice per la lotta al cambiamento climatico, il dopo Protocollo di Kyoto, dovra’ essere definita entro il 2009 e dovra’ essere assunta sotto l’ombrello Onu
un grande successo…

Purtroppo il mondo non può più aspettare ora, figuriamoci nel 2009…
Ma fate pure con calma…





Green My Apple

31 05 2007

Torno a parlarvi con piacere della campagna Green My Apple di Greenpeace, alla quale ho dato un piccolissimo contributo traducendo il sito in italiano (sito che ha avuto anche un importante riconoscimento).

Come i mac user sanno bene, tutte le pressioni arrivate da questa campagna hanno prodotto un bel risultato, se pensiamo alla risposta di Steve Jobs!

C’è stato un grandissimo contributo da parte di tantissimi utenti, e per questo Greenpeace International ha realizzato un video molto divertente che condivido qui con voi.

Nel video si vede anche un ragazzo che saluto tantissimo, Salvatore 🙂





Messa al bando delle lampadine inefficienti

30 05 2007

Chiedo ai miei 10 lettori 🙂 come direbbe qualcuno, di inviare una mail tramite questo link, affinchè i nostri deputati al parlamento europeo sostengano e firmino la dichiarazione, promossa da alcuni europarlamentari, per la messa al bando delle lampadine inefficienti.

Ci vogliono pochi secondi, e si fa qualcosa di davvero importante… Il clima tropicale che in questi giorni ha investito l’Italia dovrebbe farci riflettere ancora di più sulla questione global warming, ed è incredibile pensare che anche un semplice gesto, quello di cambiare le lampadine tradizionali con quelle a risparmio energetico, può fare davvero tantissimo!!!

Inviate anche voi la mail, che potete personalizzare nel testo volendo.

GRAZIE!!!





Il Green Kit dei Verdi

15 05 2007

Il mio interesse per l’ambiente, l’ecologia e per tutto ciò che intorno a questi argomenti ruota è noto, ed è molto radicato. Cerco sempre di avere comportamenti che siano ecocompatibili e che possano aiutare a risparmiare risorse importanti, insomma, cerco di fare la mia piccolissima parte.

Laddove mi è possibile cerco anche di fare qualcosa di concreto ad un livello più ampio, cercando di far conoscere i problemi legati all’ambiente (ad esempio con una pagina nel mio blog), oppure offrendo il mio aiuto ad iniziative importanti (in ultimo un aiuto nella traduzione del sito http://www.greenmyapple.org/it ).

Green Kit VerdiTutto questo come premessa per spiegare come sia stato automatico per me, una volta capitata sul sito dei Verdi, richiedere l’invio gratuito di questo Green Kit (clicca sull’immagine per richiederlo se sei interessato), pubblicizzato come una serie di guide ed informazioni utili per una vita più ecologica.
La busta arriva presto, e il contenuto è quello della foto che ho postato dal mio Nokia, vale a dire:
– un poster promozionale;
– 4 strisce con slogan ecologici tratti da celebri frasi di opere classiche riadattate per far comprendere gli effetti a lungo termine dei cambiamenti climatici in atto (esempio: nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva steppa oscura… Dante);
– 2 adesivi;
– 1 cartolina;
– 3 fascicoletti intitolati: Belli pannelli (solari), Bella dieta, Belli freschi.

Niente da dire sugli slogan e sulla promozione del partito, in fondo è chiaro ed è anche un prezzo accettabile da pagare, mi spiego.
Mi va benissimo che si sfrutti l’ambiente e i suoi problemi come argomento elettorale, a patto che comunque si agisca e si cerchi di fare il possibile per migliorare la situazione.

Però i 3 fascicoletti (non faccio commenti sull’idea di riprendere lo slogan di Dj Francesco ‘bella di padella’ e tutti i modi di dire che cominciano con ‘bella’) , il cuore secondo me del green kit, sono veramente scarni. Ognuno è composto da due paginette di informazioni su come rinfrescarsi d’estate, su come installare pannelli solari, e su come risparmiare co2.

Sicuramente per sensibilizzare gli italiani, che non sono molto informati su questi argomenti, anche una sola informazione data è importante, ma va considerato che questo green kit si riceve solo su richiesta, di conseguenza mi pare che se una persona arriva al punto da richiederne l’invio, sicuramente sa che è meglio usare il ventilatore piuttosto che il climatizzatore.

Io mi sarei aspettata, visto che comunque lo scopo di promozione del partito c’è ed è ben visibile, una più attenta analisi dei fenomeni, con delle proposte concrete su come risolverli anche a livello legislativo.

Troppi numeri in questi fascicoli, troppe informazioni banali (del tipo ‘isola bene la tua casa’), e poche, anzi, nessuna proposta concreta. L’unico fascicoletto che forse potrebbe realmente essere utile è quello sui pannelli solari, che, nonostante la brevità, da comunque informazioni utili e chiare a chi volesse dotarsi di questi dispositivi.

Concludendo non posso che dare un voto piuttosto basso all’iniziativa, un 5/10, con un consiglio ai Verdi: ma mandare il green kit a tutti i cittadini senza che lo si debba richiedere? Io una mail a Pecoraro Scanio la mando…





Incendio De Longhi

19 04 2007


Via Progetto David

Speriamo l’allarme diossina sia rientrato totalmente e senza alcun dubbio per la salute dei cittadini di Treviso…
Approfondimento via EcoBlog





Eolo

10 04 2007

Macchina ad aria che funziona!!!!
Un vecchio progetto, in sviluppo dal 1997 mi pare, e un’idea seriamente rivoluzionaria, sentite qua (purtroppo in inglese)…






GreenMyApple

23 02 2007

Come si può vedere dal banner in sidebar. seguo una campagna di Greenpeace che si chiama appunto GreenMyApple. Il nome è abbastanza chiaro.

La campagna ha come obiettivo quello di “costringere” Apple ad applicare una politica di produzione rispettosa dell’ambiente, con due importanti soluzioni:
1) eliminare dai prodotti alcuni componenti tossici;
2) creare un programma internazionale di ritiro e riciclo dei prodotti dismessi.

Il sito per ora è solo in inglese, ma sto collaborando ad una versione in italiano che sarà speriamo a breve online, vi terrò informati.
Intanto, MAC USER ITALIANI, facciamoci sentire, basta andare sul sito e anche masticando pochissimo inglese si riesce a raggiungere la pagina attraverso la quale inviare una mail a Steve Jobs, oppure potete andare qui e scoprire gli altri modi per collaborare.