Laura a San Siro…

4 06 2007

Quando vai al concerto di un’artista che conosci bene, che segui da anni, che apprezzi e ammiri dall’inizio della carriera, pensi che in fin dei conti sai quello a cui stai andando incontro…
Poi ci pensi meglio, e immagini, mentre sei in macchina verso San Siro: pensi che sarete in 70.000, che ci sarà un palco enorme, che tu a San Siro hai visto altri, hai visto in ultimo gli immensi, gli U2, e ti chiedi…

Laura a San Siro? Un sogno, chissà come andrà… Poi piove, e ti fai venire tutti i dubbi che Lauretta stessa ha condiviso con i suoi fan tramite il suo forum… Pioverà, magari in molti non verranno, o si dovrà interrompere il concerto…

Però dura poco, perché appena metti piede a San Siro, vedi il palco, e ci immagini Laura sopra, ogni dubbio sparisce: Laura un palco cosi non solo lo regge, non solo lo distrugge, perché lei live è immensa, ma in tutto questo stadio non ci sarà un posto vuoto. E te ne convinci perché ti rendi conto in quel momento che sarà un evento, perché dal terzo anello senti già i cori, e sono solo le 5… Perché vedi gli striscioni, e senti che c’è tensione tra chi Laura la segue da anni, e vede quel traguardo come un po’ anche suo… Dopo anni in cui l’essere Pausiniani ha esposto a critiche, a prese in giro… Però intanto a San Siro c’è lei, e sarà pieno, e quando inizierà a cantare ci sarà un gran botto, si che ci sarà…

Passano le ore, aspettando, con la pioggia che va e viene, e lo stadio che si riempe. Tommy Vee fa passare un po’ di tempo piacevolmente, e si cerca di immaginare l’inizio, e soprattutto si spera sul versante meteo, nel prato sono già lavati alle 8…

Si inizia con i riti degli ultimi minuti, parte la ola, al primo, al secondo e al terzo anello, una, due, tre volte, e ancora.
Poi alle 9.10 passa un elicottero sopra lo stadio, ha smesso di piovere, la band si schiera, e si aspetta con ansia…
Puntualissima alle 9.15 Laura salta fuori con l’effetto ascensore, e, sulle note di Io Canto arriva il botto, eccome se arriva…

Dedica il suo concerto alla nonna, alla sua fan Antonella, cosi barbaramente uccisa, alle donne che hanno due palle cosi, perché su quel palco sente tutta la responsabilità di essere la prima donna a cantare in uno stadio, di essere italiana, e sa che quel concerto lo vedranno nel mondo…

Lauretta è scatenata, però anche emozionata, in fondo è sempre San Siro, e subito vuole sentire le nostre voci, e tutti e 70.000 rispondono… Il look è molto rock, il palco bellissimo, luci, video…
E si va avanti, da un certo punto sotto la pioggia, e succede tutto… Le canzoni sue più belle, le canzoni di altri che interpretate da lei hanno sempre quel qualcosa in più (per i pausiniani ovvio), i cambi d’abito, Tiziano Ferro… Benedetta passione con la breve imitazione di Vasco, La isla bonita, Vivimi da lacrime, Due innamorati come noi in portoghese splendida…
L’immancabile Solitudine, Strani Amori, ci sono tutte… Resta in ascolto (con il ricordo del Grammy, la voglia di condividere il premio con noi, e qualche ‘fanculo’ che era rimasto li, e che da una soddisfazione enorme detto davanti a 70.000 persone), Parlami, In assenza di te… Disparame dispara, Cinque giorni, Destinazione paradiso… Anche favola di Eros…

Una storia che vale con il ritornello urlato con lei, da tutti noi… Per almeno 6 minuti, e avremmo voluto fossero 10, fossero interminabili…

Poi, in una serata che sembra davvero un sogno, Lauretta, si, quella piccolissima ragazza che vinse Sanremo, ora la piccola è arrivata sul palco di San Siro… Poi, dicevo, senti una donna di 33 anni, che ha raggiunto le vette più alte del successo, che ha venduto milioni di dischi, che arriva alla fine, e non ce la fa per l’emozione a cantare per intero uno dei suoi cavalli di battaglia, Incancellabile, che condivide il suo successo con i suoi fan, e che chiede ai suoi fan di non lasciarla mai, sotto l’acqua, dopo due ore di concerto intense…

Personalmente c’erano le lacrime agli occhi, ma credo che tutti e 70.000 avremmo voluto essere li sul palco con lei in quel momento a dirle che di sicuro saremmo stati sempre li…


La conosciamo, noi fans, lo sappiamo che lei è cosi, che è una persona vera, sincera, genuina, insomma, una gran persona… Però quando te la trovi cosi su un palco, QUEL palco, e quando sei con tutta quella gente… Bhè l’emozione è forte, ed è durata per tutto il concerto, e ringraziamo Laura di questo… Di aver cantato sotto la pioggia, di non averci deluso (e mai abbiamo pensato potesse accadere), di averci emozionato, di essere stata, come sempre, anche a San Siro, una di noi, tra noi mentre era li su quel palco, a prendersi il trionfo che merita…

Perchè è questo che Laura ha in più, oltre alla sua stupenda voce. Lei è una di noi sempre, lo era sul palco di Sanremo, lo è stata alla premiazione del Grammy, lo è stata in qualsiasi sua esibizione, fino alla più importante, lo è stata anche su quel palco, che fa tremare le gambe, a San Siro, in mezzo ai suoi 70.000…

Scaletta
1 Io canto
2 Gente
3 Destinazione paradiso
4 E ritorno da te
5 Medley
– dove sei
– mi libre cancion
– come il sole all’improvviso (in francese)
– benedetta passione (unico vasco della serata)
6 La solitudine
7 Ascolta il tuo cuore
8 La prospettiva di me / Parlami
9 Viveme/Vivimi
10 Tra te e il mare
11 Un’emergenza d’amore
12 Disparame dispara
13 Medley
– prendo te
– lei
– cinque giorni
– strani amori
14 Resta in ascolto
15 Due
16 La isla bonita/ Mi banda toca el rock….
17 Non me lo so spiegare
18 Medley 3
– quando
– in assenza di te
– due innamorati come noi (portoghese)
– surrender…bellissimo nuovo arrangiamento acustico
– scrivimi
– Favola di eros….
19 Le cose che vivi
20 Una storia che vale
Bis
Come se non fosse stato mai amore
Incancellabile

Per chi le volesse vedere ecco le mie foto
PRIMA PARTE
SECONDA PARTE


Azioni

Information

5 responses

4 06 2007
Paolo

🙂
Bellissimo il tuo resoconto…

4 06 2007
grattosoglio

Molto bello….

Detto questo lei continua ad essere insulsa e fare solo cagare.

Ciao

4 06 2007
glauko

Addirittura?

Lei non ha colpa ad essere insulsa, è la massa di storditi che l’ascolta ad avere dei problemi.

4 06 2007
Mary

madò ivy…mi son venuti i brividi..bellissimo!!!!!

4 06 2007
Ivy

Grazie ragazzi, e davvero quello che ho scritto non rende tutta l’emozione che c’è stata

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: